AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

07/06/2018

SAN GREGORIO: LA “SGR” È PIENAMENTE OPERATIVA. La nuova stazione sismica di Unict, “SGR”, recentemente installata ha registrato l‘ultima sequenza sismica che ha interessato il versante orientale etneo.

SAN GREGORIO: LA “SGR” È PIENAMENTE OPERATIVA
La nuova stazione sismica di Unict, “SGR”, recentemente installata ha registrato l‘ultima sequenza sismica che ha interessato il versante orientale etneo.
 
 
La stazione sismica è stata installata nell’ambito dell’accordo quadro di collaborazione stipulato nel 2014 tra il Sindaco del Comune di San Gregorio di Catania, Carmelo Corsaro e l’allora Rettore dell'Università di Catania, Giacomo Pignataro, per monitorare l’attività della vicina struttura tettonica che attraversa in direzione ONO-ESE l’intero territorio comunale e il centro storico.
SGR ha registrato l’intera sequenza, costituita da 19 eventi sismici avvertita in tutto il versante orientale etneo lo scorso 2 giugno e di cui quello verificatosi alle 07:40:54 (l.t.), rappresenta quello più energetico. Tali aventi hanno permesso di testare ulteriormente la piena operatività della stazione. Considerata la sua ubicazione, particolarmente vicino all’area di influenza della struttura tettonica, la stazione  “SGR” rivestirà un ruolo importante anche per lo studio della microsismicità dell’area.
La notevole sensibilità ed interesse mostrato dall’Amministrazione comunale, verso le tematiche inerenti la mitigazione dei rischi naturali finalizzate alla tutela del territorio e della popolazione residente, ha consentito l’installazione della stazione sismica.
L’amministrazione ha infatti messo a disposizione il sito ove allocare le apparecchiature, collaborando con il prof. Sebastiano Imposa, docente di Geofisica Applicata e Geofisica Ambientale presso il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali e Responsabile scientifico dell’accordo quadro, ai lavori di messa in opera della stazione stessa.
La raccolta e l'analisi dei dati registrati dalla stazione, di quelli ottenuti dalle indagini geofisiche condotte in precedenza, nell’ambito dell’accordo Unict-Comune e dal monitoraggio geodetico tuttora in atto, curato dal prof. Giorgio De Guidi, forniranno indicazioni essenziali per la valutazione della pericolosità sismica e conseguentemente del rischio sismico nel territorio comunale, considerando che la struttura tettonica investigata interessa, in modo diretto, il centro abitato.
Il segnale sismico relativo ad una delle tre componenti della stazione, registrato in tempo reale, è visualizzabile H24 attraverso un apposito link nella pagina web del Comune di San Gregorio di Catania.
 
   
 
 San Gregorio di Catania 06 giugno  2018
 
 
Alfio Patti 
Ufficio Stampa