AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

03/09/2018

“SETTIMANA DELLA CULTURA”

LA “SETTIMANA DELLA CULTURA” CON IL MITICO CORTEO STORICO SANGREGORESE E IL “DANZASTORIE” GIUSEPPE ALOSHA SAN GREGORIO – “La settimana della Cultura”. Ha voluto intitolare così l’assessora alla Cultura e Spettacolo, Eleonora Suizzo, l’intervallo di tempo che intercorre dal 21 al 29 settembre. Dalla danza alla musica, dalla narrativa al Corteo Storico un potpourri di arti che si alterneranno in diversi punti della cittadina sangregorese. Avrà inizio venerdì 21 settembre con un Workshop su "La Danza Strèusa" una forma di danza che coniuga la danza contemporanea con strumenti tipici della tradizione siciliana, come il bastone. Il workshop, a cura del maestro Giuseppe Alosha, si terrà dalle ore 17 alle ore 19 presso i locali della scuola di danza Iasm per poi spostarsi in piazza Marconi, dove si terrà un breve saggio con delle esibizioni. Il giovedì 27 settembre, invece, alle ore 19,30, nell’Auditorium “Carlo Alberto Dalla Chiesa”, sarà presentato il libro di Simona Napoleone dal titolo “Dopo le ostriche lo champagne”. Durante la presentazione momenti di musica e danza a cura del ballerino Alosha Giuseppe accompagnato dal violoncello di Simona Colonna, musicista di fama internazionale. Venerdì 28 settembre, Auditorium “C.A. Dalla Chiesa”, ore 21 spettacolo "Il Danzatore di Sicilia"; esibizione in duo del maestro Giuseppe Alosha . «L'inizio dello spettacolo vede 3 sedie – spiega Alosha -. È la sedia che ci definisce, è la postura ed il nostro corpo su di essa che ci concede uno spazio in questo mondo. Un mondo di tradizioni, culture, colori che raccontano le origini della terra di Sicilia. La Danza e la Poesia prendono posto attraverso il suo “danzastorie”. Ironia, dramma e sentimento in uno spettacolo che racchiude l'essenza della terra. Una danza strèusa che si mescola al teatro e alla tradizione musicale etnica». A conclusione, il giorno dopo, 29 settembre, il mitico Corteo Storico, parata storica nel Feudo di Don Alvaro Paternò, dei Baroni della Dogana, Taranto Ventimiglia e Platamone. Il Corteo partirà da Piazza Marconi alle ore 17.30 e vedrà la partecipazione di altri Cortei provenienti da diverse parti della Sicilia in omaggio all’ormai ventennale Corteo sangregorese che numerosi riconoscimenti ha avuto per la sua bellezza e identità. «Abbiamo intrapreso sin da subito il nostro insediamento – ha spiegato l’assessore Suizzo – un percorso che privilegi la cultura e l’arte in tutte le sue forme per non cadere in cliché stereotipati. Così dalla musica classica a quella etnica, dalla danza ricercata a quella “strèusa” è il caso di dirlo. Il tutto con poche risorse economiche». Tutte le manifestazioni sono ad ingresso libero. San Gregorio di Catania 03 settembre 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa