AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

13/09/2018

IL COMUNE DI SAN GREGORIO PRONTO PER APPROVARE IL REGOLAMENTO SUL TESTAMENTO BIOLOGICO

SAN GREGORIO – La Giunta comunale sangregorese ha approvato, e già avviato, la proposta di istituire il Regolamento Dat (Disposizioni anticipate di testamento biologico) che presto sarà portato in consiglio. A comunicarlo l’assessore ai Servizi Sociali, nonché vicesindaco, Seby Sgroi, il quale ha evidenziato che «San Gregorio è uno tra i primi Comuni siciliani a muoversi per l’attuazione della nuova legge: un segnale di crescita e civiltà col quale si vuole dare importanza al diritto alla vita, alla dignità e all’autodeterminazione dei cittadini sangregoresi». In vigore dal 31 gennaio 2018, la normativa prevede l’introduzione delle disposizioni anticipate di trattamento per mezzo delle quali si possono fornire indicazioni riguardo i trattamenti sanitari, da ricevere o rifiutare nel caso in cui ci si trovasse in condizioni di incapacità di intendere e di volere. «Il principio della legge è molto chiaro – ha sottolineato Sgroi -: nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero o informato della persona interessata. Il testamento si può fare presso uno studio notarile con atto pubblico – ha continuato - o con una scrittura privata autenticata dal notaio ovvero con una scrittura privata semplice consegnata personalmente all’ufficio dello Stato civile del Comune di residenza provvisto dal Regolamento approvato. Nel testamento si può nominare una persona di fiducia che possa intervenire in casi di avvenuta incapacità e interfacciarsi con i medici» - ha concluso. Al momento in Sicilia si sono muniti di questo strumento solo i Comuni di Messina, Noto, Palermo, Milazzo, Ispica, Ragusa, Caltanissetta, Marsala. San Gregorio, quindi vanta il primato di attivazione tra i Comuni della provincia di Catania. San Gregorio di Catania 13 settembre 2018 Alfio Patti Ufficio Stampa