AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

08/01/2019

GREGORIO CATALANO VA IN PENSIONE Il sindaco Corsaro: «L’Amministrazione perde un impiegato modello»  

SAN GREGORIO – Gregorio Catalano, storico impiegato del Comune di San Gregorio è andato in pensione. Dopo quarantadue anni di lavoro presso l’Ufficio Anagrafe ha lasciato a “malincuore” lo sportello che lo ha visto sempre disponibile e affabile verso gli utenti già dal 1976. Nella sala consiliare del Comune, gremita di funzionari e impiegati, colleghi ancora in forza ma anche tantissimi ex colleghi già in quiescenza, il sindaco, Carmelo Corsaro, e gli assessori Salvo Cambria, e Seby Sgroi, hanno dedicato a lui una festa di “addio al lavoro”. Catalano, però, non lascia il mondo del volontariato nel quale è stato sempre presente. L’assessore ai Servizi Sociali, Sgroi, infatti lo ha già “fagocitato” per essere inserito nel Comitato organizzativo del Centro Diurno. «Certo è bello raggiungere il meritato riposo dopo una vita di lavoro – ha commentato il sindaco Corsaro – ma egoisticamente dobbiamo dire che l’Amministrazione perde un impiegato modello; un uomo ligio al dovere che ha saputo trasformare in piacere». Ed è proprio Catalano che gli fa eco: «Alle 7,30 del mattino mi trovavo già al lavoro perché per me lavorare è stato sempre un piacere, non l’ho vissuto mai come imposizione. Quando arrivai fui “istradato” da Filippo Sciuto che mi ha dato le indicazioni per lavorare. Ringrazio il Comune che mi ha permesso di mantenere la famiglia con dignità per tutti questi anni». Gregorio Catalano è noto a San Gregorio per aver lavorato senza guardare orari né formalità. È passato, infatti, sulle pagine del quotidiano “La Sicilia” per encomi per aver risolto problemi ad utenti consegnando loro documenti, anche a mezzanotte, per necessità urgenti. Il suo comportamento aiuta a sfatare il luoghi comuni diffusi sugli impiegati delle pubbliche amministrazioni. Tanti i regali di amici e colleghi.            San Gregorio di Catania 09 gennaio 2019         Alfio Patti  Ufficio Stampa