AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

13/03/2019

«MINICU PITTURI D’AMURI»

SAN GREGORIO - Emozionante ed intensa la serata dedicata al pittore siciliano, di fama internazionale, Domenico Di Mauro, la cui dipartita di tre anni fa, all’età di 102 anni, ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo dell’arte siciliana, di quell’arte che è luce riflessa nel mondo.
Caposcuola e maestro della pittura folkloristica, Di Mauro ha diffuso, attraverso i colori impregnati nei carretti siciliani, la sua arte e la storia dei siciliani nel mondo.
Lo spettacolo è stato promosso dall’assessorato alla Cultura di San Gregorio, diretto da Eleonora Suizzo e si è tenuto nell’Auditorium Carlo Alberto Dalla Chiesa.
L’artista Giuseppe Alosha, anch’egli di fama nazionale ed internazionale, lo ha voluto celebrare con uno spettacolo di danza urbana, innovativo e fortemente evocativo, a Lui interamente dedicato, contornato da spezzoni di immagini del famoso pittore e accompagnato dalla voce fuori campo del medesimo artista, intervistato prima della sua morte.
Ad accompagnare il maestro Alosha, la sua partner fedelissima, Giovanna Finocchiaro, artista ormai navigata e ricca di pathos interpretativo.
Presenti il sindaco di Aci Sant’Antonio, dott. Caruso insieme con la moglie, nipote dell’illustre pittore santantonese insieme al console onorario greco in Italia, Arturo Bizzarro; l’ultima allieva del pittore, Alice Valenti; la segretaria del club Kiwanis di Acireale, Agata Pennisi; la presidentessa del club Kiwanis di Acicastello, Adriana Roccamo. Presente anche la presidentessa dell’Unesco sede di Acireale, Nellina Ardizzone. 
Il pubblico accorso numeroso e composto anche da molti artigiani locali, ha molto gradito lo spettacolo inedito, mostrando stupore ed al contempo emozione ed orgoglio per una sicilianità espressa in maniera originale ed ai molti non nota. 
«Col mio assessorato – ha sottolineato l’assessore Suizzo – cerco di promuovere e valorizzare tante iniziative senza tralasciare però quelle che richiamano la cultura siciliana; la questione dell’identità culturale siciliana per me ha delle priorità».
 
 San Gregorio di Catania 13 marzo 2019  
 
  
Alfio Patti 
Ufficio Stampa