AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

01/04/2019

RIDUZIONE DELLA TARI PER LE FAMIGLIE CHE USERANNO PANNOLINI LAVABILI?

SAN GREGORIO – Questa l’interessante proposta fatta, dalla consigliera Maria Teresa Tricomi, nell'ultimo consiglio comunale durante la discussione del punto riguardante la Tassa sui rifiuti (Tari). La giovane consigliera ha proposto « una riduzione sulla bolletta della Tari per le famiglie che utilizzano pannolini lavabili per i loro bambini». La proposta è stata accolta dall'intero Consiglio e successivamente sarà riproposta come mozione. «Vita e ambiente sono un binomio inscindibile, per questo occorre rivedere stili e modalità di comportamento  - così ha esordito la dott.ssa Tricomi - può sembrare una scelta controcorrente ma in realtà molte famiglie sfidano gli atteggiamenti conformisti e utilizzano i pannolini lavabili anziché quelli usa e getta. «Uno dei vantaggi di questa scelta – ha spiegato ancora Maria Teresa Tricomi - riguarda proprio l’ambiente; i pannolini tradizionali non sono biodegradabili e per avere un’idea di quale sia il loro potenziale inquinante basta pensare che nei primi 3 anni di vita un bambino consuma tra i 4.000 e i 5.000 pannolini pari ad una tonnellata di rifiuti indifferenziati. Per produrre pannolini usa e getta vengono distrutti ettari di boschi ed utilizzati materiali altamente inquinanti come la plastica e sostanze chimiche». Per produrre, infatti, un solo pannolino servono quattro litri d’acqua e il loro tempo di decomposizione varia dai 200 ai 500 anni. «Scegliere pannolini lavabili – ha concluso la consigliera - determina inoltre un enorme risparmio per la collettività, contribuendo a ridurre il volume dei rifiuti indifferenziati e così le spese per le amministrazioni e di conseguenza le tasse».     San Gregorio di Catania 01 aprile 2019                                                                                                                                                                                                                      Alfio Patti  Ufficio Stampa