AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

27/06/2020

ANCORA “SPORCACCIONI” CADUTI NELLA "RETE" DELLA POLIZIA LOCALE

ANCORA “SPORCACCIONI” CADUTI NELLA "RETE" DELLA POLIZIA LOCALE
Individuati e sanzionati altri “furbetti”, provenienti da altri Comuni, mentre scaricavano rifiuti indifferenziati nel costruendo eco-punto di Via Sgroppillo
 
 
SAN GREGORIO – Pagano la Tari nei loro Comuni ma usufruiscono dei servizi del comune sangregorese. Così due nuovi “sporcaccioni”, provenienti uno dal comune di Catania l'altro da quello di Aci Castello, sono stati individuati con le telecamere di sorveglianza mentre scaricavano, presso il costruendo eco-punto di Via Sgroppillo, spazzatura indifferenziata, fuori territorio e fuori orario.
A comunicarlo è stato il comandante della Polizia locale di San Gregorio, commissario Mario Sorbello, che sin dall'installazione delle due telecamere, che permettono di osservare l'area 24 ore su 24, non ha mai abbassato la guardia. 
I “furbetti” di turno arrivano senza avere alcun timore né circospezione e durante le ore di piena luce scaricano grossi sacchi di immondizia indifferenziata: o hanno un totale disprezzo delle regole o pensano di sfuggire all’occhio della legge.
«I miei agenti – ha dichiarato il comandante Sorbello – tengono sotto controllo questo sito 24 ore al giorno. Su quest'area, che attenzioniamo già dall'anno scorso, abbiamo lavorato perché diventasse decorosa e desse ai residenti un servizio efficace».
E perché questo lavoro trovasse il suo riscontro si è adoperata l'amministrazione comunale con l’assessorato all’Ecologia e alla Polizia locale diretti da Salvo Cambria.
«Come è noto – ha spiegato ancora una volta l’assessore Cambria - la Via Sgroppillo per metà carreggiata ricade nel Comune di San Gregorio mentre l'altra ricade nel Comune di Catania. Il problema si acuisce quando gli abitanti della carreggiata opposta, quella ricadente nel Comune di Catania, attraversano la strada e vanno a depositare nel nostro Comune. Per questo abbiamo messo in appostamento degli agenti e una terza telecamera esterna sarà installata per coprire la visuale di tutto il raggio di azione». Le telecamere sono capaci di individuare le targhe delle auto anche a notevole distanza.
Stando alle attuali multe elevate ai danni dei contravventori (300,00 euro più le spese della procedura) si è constatato che i trasgressori sono spesso residenti nei Comuni vicini a quello di San Gregorio.
Gli abitanti della Via Sgroppillo, al momento, stando osservando con serietà le regole impartite dall’amministrazione comunale e dalla società preposta alla rimozione dei rifiuti e per questo l’assessore Cambria è «soddisfatto per l'alto senso civico dimostrato dai cittadini residenti nella zona».
  
San Gregorio di Catania 27 giugno 2020
 
Dott. Alfio Patti 
Ufficio Stampa